...

 

 

Fearless

 

 

Sembra una banalità e forse lo è ma in un mondo di geni, dove circolano solo perle di saggezza, un pizzico di semplicità può fare la differenza. Fare è meglio di rifare per mille motivi. Chi fa è originale, chi rifà copia. Chi fa sperimenta, chi rifà fa routine. Chi fa corre, chi rifà sta seduto. Chi fa scopre, chi rifà si commenta. Chi fa diventa punto di riferimento, chi rifà diventa un punto come tanti.
A rifare, e ci risiamo, gli altri sono più bravi. Perché più abituati. Più scaltri. Più organizzati. Più comodi. Chi rifà non ha più fame creativa ma ha solo un languorino. Quello che ti spinge a mettere giusto qualcosina nello stomaco. Cosa sia, poco importa. Chi rifà ha paura di perdere quello che ha messo da parte. Guarda ma non vede più.  Ecco perché io non so rifare.

Nobugs

 

 

Oggi può essere un difetto perché scegliere di non rifare vuol dire lavorare il triplo. Vuol dire spostare ogni volta il punto di arrivo. Non fermarsi. Non sedersi. Non uniformarsi. Non, non, non e non.
Ma vuoi mettere la soddisfazione?

 

    North WordPress Theme by Themelovin, Elite ThemeForest Author.